08.03.2012 Elisabeth Adam

Bilbao in crescita

Lungo le rive del Nervión spicca la nuova Torre Iberdrola che ridisegna l’immagine della città. Nelle immediate vicinanze del Museo Guggenheim di Gehry, la torre è la nuova attrazione della capitale basca. L’edificio di 41 piani è stato progettato dall’architetto argentino César Pelli.

Architetti: Pelli Clarke Pelli Architects, New Haven
La torre demarca la nuova Plaza de Euskadi ricavata nella vecchia zona industriale di Abandoibarra, lungo uno degli assi stradali di riferimento di Bilbao. Lo studio Pelli Clarke Pelli ha curato anche il Masterplan della ristrutturazione di Abandoibarra finalizzato alla ricucitura tra la parte centrale e storica della città e la riva del fiume.

La forma di acciaio e vetro nasce dall’intersezione di tre segmenti di cilindro che formano un triangolo isoscele in pianta. Verso la piazza, i due lati più lunghi formano una specie di prua che, parallelamente all’asse stradale, indica la direzione del centro città. Con i suoi 165 metri, la Torre Iberdrola è l’edificio più alto di Bilbao. Gli otto piani inferiori ospitano un centro per congressi e manifestazioni, mentre nei 33 piani restanti trova posto il quartier generale della compagnia energetica spagnola Iberdrola.
La Torre Iberdrola è il primo grattacielo europeo ad ottenere il marchio LEED Platinum, il massimo che lo U.S. Green Building Council conferisce per il design ecosostenibile. Il riconoscimento è stato raggiunto grazie alle caratteristiche di riciclaggio e recupero della vecchia sostanza edilizia, per l’attivazione termica degli elementi edili e per la facciata doppia ad alta efficienza energetica.
https://detail-cdn.s3.eu-central-1.amazonaws.com/media/catalog/product/4/7/473_500_374_01_2.jpg?optimize=medium&bg-color=255,255,255&fit=bounds&height=582&width=437
Bitte geben Sie Ihre E-Mail-Adresse ein, um einen Link zum Zurücksetzen Ihres Passworts zu erhalten.
Pflichtfelder
oder
Copyright © 2022 DETAIL. Alle Rechte vorbehalten.