Un padiglione per il Tate Liverpool

L’artista americano Doug Aitken e l’architetto britannico David Adjaye hanno progettato un padiglione per il Tate Liverpool. Dal 15 settembre al 13 gennaio 2013 il padiglione sarà situato al Mermaid Court, in prossimità della più grande concentrazione di edifici con vincolo storico-artistico in Inghilterra. “The Source” è la prima installazione dell’artista in uno spazio pubblico in Gran Bretagna e mostra un film contenete dei dialoghi con i principali creativi del mondo. Partecipanti di tutti i tipi di arti, di tutte le età e provenienza rispondono a due domande: come nasce un’idea creativa e come viene realizzata.

Luogo: Tate Liverpool, Albert Dock, Liverpool Waterfront, L3 4BB–Liverpool
Durata: 15 settembre 2012 – 13 gennaio 2013
Il padiglione ha un diametro di 14,2 metri è sormontato da un tetto spiovente con un’altezza da 2,80, fino a 4,80 metri. In virtù della proiezione del film di Aitken sulle pareti esterne della costruzione circolare, l’imponente aspetto che si ha durante il giorno appare affascinante anche di notte. Il padiglione è realizzato con un telaio in legno e la combinazione di pannelli ondulati in acrilico e bitume. Si tratta di un edificio temporaneo che l’opera di Aitken intende differenziare intenzionalmente dagli spazi espositivi tradizionali, al fine di creare un luogo di cultura innovativo.
Tra gli intervistati ci sono David Adjaye, il cantante Devendra Banhart, l’artista Thomas Demand, l’architetto americano Liz Diller, il chitarrista e cantante Beck, il fotografo William Eggleston, l’architetto svizzero Jacques Herzog, l’artista defunto Mike Kelley, il cantante Lucky Dragons, il musicista James Murphy, l’artista algerino Philippe Parreno, l’artista Richard Phillips, il fotografo ed artista Jack Pierson, il fotografo Stephen Shore, l’architetto italiano Paolo Soleri, l’attrice Tilda Swinton, l’artista e produttore cinematografico Ryan Trecartin e il musicista Jack White.
Riguardo alla sua opera Doug Aitken dice che “il progetto riguarda le radici della creatività. Molti artisti lavorano in modi molto differenti ed è il comun denominatore che mi interessa in questo caso. Questo progetto riguarda la possibilità di partecipazione dello spettatore. Desidero che questa installazione davanti al Tate Modern raggiunga uno scopo: un luogo da visitare, un campo delle idee in cui si possa andare.” The Sky Arts Ignition Series nasce nel 2011 per sostenere sia la creazione di nuove grandi opere d’arte che i talenti emergenti. www.sky.com/skyartsignition www.tate.org.uk
https://detail-cdn.s3.eu-central-1.amazonaws.com/media/catalog/product/1/2/120725_Doug_Aitken_Pavilion__Context_a03f8a65c3_01_2.jpg?optimize=medium&bg-color=255,255,255&fit=bounds&height=582&width=437
Please enter your email address below to receive a password reset link.
Mandatory fields
or
Copyright © 2022 DETAIL. All rights reserved.